Rischio di obesità in pazienti pediatrici e adulti con celiachia che adottano una dieta senza glutine: una revisione sistematica con meta-analisi – sefosseceliachia.drschaer.com

Logo Dr.Schaer: e se fosse celiachia?

Benvenuto/a!
Questo sito è dedicato ai medici. Qual è la tua professione?

Logo Dr.Schaer: e se fosse celiachia?

Benvenuto/a!
Questo tool è dedicato ai medici. Qual è la tua professione?

Rischio di obesità in pazienti pediatrici e adulti con celiachia che adottano una dieta senza glutine: una revisione sistematica con meta-analisi

L’obesità è un fattore di rischio significativo per molte condizioni patologiche. Tuttavia, è ancora discusso se una dieta senza glutine possa essere o meno un fattore di rischio per il sovrappeso o l’obesità.
Un recentissimo studio ha voluto confrontare la prevalenza delle categorie di indice di massa corporea (IMC) identificate al momento della diagnosi di malattia con la loro variazione ottenuta, durante l’adozione di una dieta priva di glutine, passando dalla condizione di sottopeso/normale a sovrappeso/obeso e viceversa.
A questo scopo sono stati identificati nei database PubMed, Scopus e Web of Science tutti gli studi retrospettivi, trasversali e prospettici che riportassero le categorie di IMC alla diagnosi della malattia e durante la dieta prima di glutine. In totale sono stati selezionati 45 studi per un totale di 7.959 pazienti con celiachia e 20.524 controlli sani.
Sono state effettuate analisi di sottogruppo in base all’età (pazienti pediatrici/adulti), al disegno dello studio (prospettico, trasversale, retrospettivo) e alla durata della dieta priva di glutine.
L’IMC medio dei pazienti celiaci alla diagnosi si è rivelato significativamente più basso rispetto a quello dei controlli (P < 0.001). Durante la dieta priva di glutine, l’IMC medio è aumentato significativamente (differenza media = 1,14 kg/m2 [95%CI, 0,68-1,60 kg/m2]; I2 = 82,8%; P < 0,001), ma solo il 9% dei pazienti (95%CI, 7%-12%; I2 = 80,0%) è passato dalla categoria di IMC sottopeso/normale a quella di sovrappeso/obeso, mentre il 20% (95%CI, 11%-29%; I2 = 85,8%) è passato a una categoria di IMC inferiore.
Pertanto, la maggior parte dei pazienti celiaci alla diagnosi di malattia presenta un IMC medio normale anche se significativamente inferiore rispetto controlli. L’adozione di una dieta priva di glutine non aumenta il rischio di sovrappeso/obesità, soprattutto nei bambini. Tuttavia, la qualità di diversi studi si è mostrata subottimale, con un rischio complessivo di bias ed eterogeneità moderato o elevato.